ASSIRM INFORMA

  • Home
  • /
  • News
  • /
  • Piattaforma interassociativa per la condivisione dei parametri operativi della pubblicità online

Piattaforma interassociativa per la condivisione dei parametri operativi della pubblicità online

04/02/2014
MediaKey.tv - È in linea da oggi sui siti di ASSOCOM (www.assocom.org), FCP-Assointernet (www.fcponline.it), IAB (www.iab.it), UNICOM (www.unicomitalia.org) e UPA (www.upa.it), il secondo lotto di documenti prodotti dalle associazioni nell’ambito della piattaforma di collaborazione e del gruppo di lavoro continuativo per lo studio e la condivisione di alcuni parametri operativi della pubblicità online, nell’ottica di creare cultura comune per il mercato e facilitare i rapporti fra le parti attraverso l’individuazione di best practice.
 
Alcuni contributi completano le prime pubblicazioni dello scorso maggio, ovvero:
– La traduzione del glossario dei termini del web in italiano;
– La specificazione dei formati principali per gli annunci display sui device mobili, che si aggiungono a quelli già rilasciati per l’ambiente pc/desktop. 
 
Altri documenti invece indagano fenomeni non ancora presi in considerazione, in particolare:
– La descrizione del funzionamento e delle modalità di conteggio delle impression da parte degli Ad Server, con un approfondimento specifico sulle cause di discrepanza di conteggio più frequenti;
– La quantificazione statistica della discrepanza;
– La definizione di under/overdelivery delle impression concordate;
– Le best practice relative alle tempistiche di consegna dei materiali che minimizzano i rischi tecnici connessi alla visualizzazione degli annunci display;
– La descrizione delle diverse filiere di acquisto spazi per l’online advertising: tradizionale, ad asta, programmatic buying.

L’attività del tavolo di lavoro interassociativo proseguirà nei prossimi mesi producendo aggiornamenti costanti sui documenti già prodotti, indispensabili per un ambiente che cambia molto velocemente, e trattando nuovi temi in via di definizione, ad esempio la misurazione delle audience, la definizione di contesti safe per i brand, linee guida contrattuali. Allo studio vi è anche la creazione di un minisito ad hoc per veicolare i risultati della piattaforma in modo più fruibile, rapido e gradevole.