ASSIRM INFORMA

  • Home
  • /
  • News
  • /
  • Matteo Lucchi eletto nuovo Presidente dell’Associazione

Matteo Lucchi eletto nuovo Presidente dell’Associazione

19/12/2017

Matteo Lucchi è il nuovo Presidente di Assirm. L’elezione, tenutasi stamattina durante l’assemblea dei soci, lo ha nominato all’unanimità a capo dell’Associazione delle aziende di Ricerche di Mercato, Sondaggi di Opinione e Ricerca sociale, a seguito della fine del mandato di Umberto Ripamonti, presidente uscente dopo i 6 anni consecutivi in carica. Durante l’assemblea si è tenuto anche il rinnovo del Consiglio Direttivo, e l’elezione del Presidente del Comitato Standard di Qualità e dei suoi membri.

Attuale Amministratore Delegato e Co-Fondatore di Eumetra Monterosa, Lucchi, 47 anni, comincia la sua carriera in Eurisko (poi GfK Eurisko) dove sviluppa competenze in tutta la filiera produttiva; nominato Direttore Commerciale, diviene in seguito Direttore Generale e Consigliere di Amministrazione.

Membro attivo di Assirm è stato consigliere per due mandati, componente del Comitato Standard di Qualità e coordinatore del Comitato Gare. Ha inoltre contribuito all’ottenimento dell’Emendamento alla Riforma Fornero e alla stipula del contratto nazionale Assirm; socio fondatore del Research Chapter è stato membro della Giunta di Confindustria Intellect e attuale collaboratore di Manageritalia.

Sono orgoglioso di poter guidare l’Associazione per i prossimi tre anni in un contesto, come quello attuale, ricco di sfide e in continua evoluzione - ha dichiarato il neoeletto Presidente Lucchi. “Il settore delle ricerche è in continuo sviluppo e rimane strategico per il tessuto economico del Paese e delle imprese italiane. Continueremo come Assirm a tutelare qualità e valore del mercato della conoscenza e ad allargare la base associativa, mantenendone storia e tradizione, con un occhio attento ai continui cambiamenti del mercato. Invito tutti gli associati e l’intera comunità delle ricerche a dare il proprio contributo per continuare a crescere insieme”.

Oltre al nuovo Presidente, l’Associazione ha rinnovato, per il triennio 2018-2020, anche il Consiglio Direttivo, in cui sono stati eletti: Nicola Aufiero (Direttore Generale - GN Research), Patrizia Elli – Direttore - Research Now Italy, Lorenzo Facchinotti – Analytic Consultant Manager Marketing Effectiveness - The Nielsen Company Italy, Maurizio Pessato – Presidente – SWG,  Tommaso Pronunzio – Partner - Ales Market Research, Alessandra Romanò – Direttore Area Marketing Solutions - Cerved Group,  Piergiorgio Rossi – Managing Director – SGR International e Alberto Stracuzzi – Customer Intelligence Director – Blogmeter.

Gli Associati hanno votato anche per il rinnovo dei membri del Comitato Standard di Qualità. Luciana Donnarumma, Presidente di Adacta International è stata confermata alla Presidenza. I Nuovi membri del Comitato Standard di Qualità sono: Chiara Castelli – Responsabile Area Market Research Audit – Reply,  Massimo Cesaretti – Consulente Freelance, Lino Coscione – Operations Director - GN Research,  Rosapia Farese – Amministratore Unico – MediPragma,  Piergiorgio Rossi – Managing Director – SGR International e Vilma Scarpino – Direttore Generale e Amministratore Delegato – Doxa.

“Il principale compito del Comitato Standard di Qualità Assirm - ha dichiarato Luciana Donnarumma - è quello di aggiornare le norme e i principi etici che regolano le ricerche di mercato in Italia. Con il Codice delle Ricerche, che abbiamo di recente aggiornato, l’associazione si è aperta anche ai nuovi attori, adeguando l’impianto normativo ai più recenti metodi di ascolto resi possibili dalla rivoluzione digitale”.

Il Codice delle Ricerche di mercato Assirm opera come strumento di autoregolamentazione, per la salvaguardia dei diritti degli intervistati, dei clienti e dei ricercatori. “Attraverso questo strumento la nostra associazione – chiude Donnarumma - intende offrire benchmark, standard chiari e oggettivi, trasparenza e chiarezza nel delineare il perimetro deontologico e professionale all’interno del quale i nostri associati possono operare”. 

DOCUMENTI ALLEGATI

Versione stampabile