ASSIRM INFORMA

  • Home
  • /
  • News
  • /
  • ASSIRM TALK: IL VALORE DELLE RICERCHE DI MERCATO NEL MONDO PHARMA

ASSIRM TALK: IL VALORE DELLE RICERCHE DI MERCATO NEL MONDO PHARMA

30/09/2020
Inaugurato oggi il primo incontro virtuale di Assirm rivoltoagli Istituti e alle aziende che operano nel settore farmaceutico

R-evoluzione:
Il nuovo panorama delle ricerche di mercato in area pharma, questo il titolo del primo convegno digitale di Assirm interamente dedicato alla ricerca di mercato e al marketing applicati al mondo del pharma. Organizzato nella cornice degli Assirm Talk, l’evento è stato trasmesso in Live Streaming oggi mercoledì 30 settembre.

“In una cornice completamente digitale l’Associazione ha voluto coinvolgere i player del settore per esplorare trend, dinamiche di mercato e nuovi modelli di ricerca fondamentali per agire sia nel presente ma anche e soprattutto nel futuro dell’industry. – dichiara Matteo Lucchi, Presidente di AssirmUn momento di confronto e condivisione che ha visto come protagonisti non solo i nuovi bisogni degli attori coinvolti – quali medici e pazienti – ma anche le metodologie emergenti imprescindibili per adattarsi rapidamente ai recenti mutamenti e supportare efficacemente le strategie aziendali”.

Ad aprire i lavori del talk Stefania Fregosi, Head of Healthcare Business Unit di IPSOS Italia, con una presentazione dei nuovi paradigmi della relazione sia tra medico e azienda che tra dottore e paziente: focus particolare sulla digitalizzazione.
La pandemia di COVID-19 ha accelerato, nel settore farmaceutico più che in altri ambiti, un processo già in essere da molto tempo, che vede l’evoluzione tecnologica digitale come il fattore determinante nel cambiamento della comunicazione e della relazione azienda – medico - paziente. Un cambiamento certamente innovativo e positivo che riguarda non solo gli strumenti e i canali di informazione sanitaria e farmaceutica, ma anche l’interazione tra tutti gli attori coinvolti, sempre più consapevoli che multicanalità e digitalizzazione prenderanno ancora più forma nel prossimo futuro”, commenta Fregosi.

A seguire un video intitolato “Consumer trends in the post-Covid19: Towards a New Era, towards a Better World…” a cura di Ales Market Research. “Ogni cambiamento è un challenge e avvia un’auto-riconfigurazione negli individui per metabolizzarlo e riprendere le redini della situazione, ecco perché l’impatto del Covid 19 e le sue implicazioni sui mantra e le tendenze di consumo è così rilevante. Scoprire come tutto questo influenzerà gli approcci e i comportamenti di acquisto futuri nel pharma - e non solo – può rivelarci molti insight.”, dichiara Luisa Vassanelli, Innovation & Client Director di Ales Market Research.

Isabella Cecchini, Responsabile della divisione di Ricerche di Mercato in IQVIA ha poi delineato un’interessante panoramica del settore evidenziando non solo la significativa contrazione del mercato (mercato ospedaliero -2,7%; mercato farmacia -1,4% a giugno) nei primi sei mesi dell’anno, ma anche i suoi nuovi sviluppi.
In questo nuovo contesto in continua evoluzione appare cruciale comprendere in profondità i bisogni dei diversi stakeholder e lavorare in collaborazione per lo sviluppo di nuovi approcci per la presa in carico del paziente e per la comunicazione al medico – afferma Cecchini - La positiva esperienza del digitale e la collaborazione sperimentata durante l’emergenza sanitaria fra tutti gli interlocutori della salute (medici, pazienti, Istituzioni, Aziende) appare oggi un’opportunità ed una sfida per implementare nuovi approcci e modelli per il futuro a favore della salute dei Cittadini”.

Luigi Giampaoli e Silvio Cantoro, entrambi Partners di Pharmagrin, hanno invece ripercorso l’evoluzione del contatto con medici e pazienti, dall’outbound fino al chatbot. Tra le evidenze è emersa la necessità di poter contare su un servizio di customer contact che deve essere in grado di adeguarsi alle esigenze della ricerca ed alle nuove abitudini degli utenti/intervistati, integrate in sistemi complessi ma rispondenti al requisito di facilità d’uso.
“Nei servizi di customer contact e customer care la vera sfida sarà passare dal multichannel, all’omnichannel per mettere in relazione diversi canali nelle due direzioni (In e Out). – dichiara Giampaoli. “L’integrazione dei sistemi (In e Out) per il riconoscimento dell’intervistato/panelista, al fine di pianificare le actions successive: somministrazione questionario, appuntamento, invio link, a seconda della metodologia”, conclude Cantoro.

La parola è passata infine ad Andrea Parachini, Client Director & Business Developer di Doxa Pharma per uno intervento su patient journey e market access. Secondo gli studi condotti da Doxa Pharma durante - e precedentemente - la fase più critica presso le istituzioni e la popolazione, il Coronavirus ha mostrato le potenzialità del settore traducibili in un ripensamento del modello sanitario in generale. È forte l’esigenza di una rinegoziazione del contratto fiduciario tra offerta sanitaria e l’universo dei pazienti.
“Oggi più di ieri i decisori istituzionali hanno bisogno di comprendere in modo approfondito e dettagliato chi è davvero il Paziente e di cosa ha davvero bisogno. Una visione ampia sarebbe per loro un patrimonio preziosissimo. E per le aziende potrebbe essere il fulcro di una relazione rinnovata con le istituzioni”, afferma Parachini.

Il momento istituzionale dell’evento è stato arricchito con un ultimo video dal titolo “Consumer Health Global Barometer: atteggiamenti, abitudini e aspettative in un nuovo contesto” targato Toluna.
"I consumatori di oggi stanno prendendo nuove decisioni in merito alla propria salute, alle proprie finanze e ai prodotti che acquistano. Dalla nostra ultima rilevazione globale riscontriamo che le preoccupazioni legate al Coronavirus si stanno attenuando e che i consumatori in tutto il mondo sono desiderosi di normalità ma altrettanto consapevoli che il ritorno alla vita pre-covid richiederà tempo", afferma Eliza Frascaro, Research Director di Toluna.

L’incontro è proseguito con la tavola rotonda “Innovazione e strategia: il ruolo della ricerca”, moderata da Piergiorgio Rossi, Managing Director di SGR International, con ospiti illustri rappresentanti di alcune delle realtà più significative del settore farmaceutico:

- Nicola Bencini, Business Franchise Head Solid Tumors di Novartis Oncology;
- Michele Spinetta, Corporate Market Research Head di Menarini,
- Stefano Zagnoni, Head of Digital & Innovation di Janssen.

"E’ un momento di grande cambiamento, di enorme incertezza. In momenti come questo il ruolo della ricerca, come fonte di insight a supporto delle decisioni del marketing e delle strategie Digital viene valorizzato. Con questa tavola rotonda a cui hanno partecipato 3 autorevoli rappresentanti delle 3 funzioni (Business Insight, Marketing e Digital) abbiamo voluto ripercorrere come l’emergenza Covid abbia influito sulle dinamiche interne di 3 Grandi Aziende Multinazionali, ed aprire un breve dibattito su come le Ricerche di mercato, in ambito pharma, potranno continuare ad aggiungere valore, armonizzandosi con la grande mole di dati e strumenti che il Digital stesso mette a disposizione di ogni singola azienda”, commenta Rossi.

L’incontro si è concluso con l’intervento di Guendalina Graffigna, Direttore Centro Studi Assirm: “La pandemia ha fortemente impattato il sistema salute e i suoi diversi attori. Questi mesi si connotano per una nuova complessità nella gestione dei pazienti cronici e nella risposta alla pandemia. Spinte innovative e riconfigurative che richiedono ricerca ed insight continui. In questa direzione il mondo della ricerca sociale, sui consumi e sui mercati può costituire un asset strategico importante per le aziende sanitarie, per le aziende farmaceutiche ma anche per gli operatori, i policy makers e i cittadini stessi.”

DOCUMENTI ALLEGATI

Versione stampabile