HOME | SALA STAMPA | LINKS | SITE MAP | CONTATTACI | PRIVACY | ENGLISH   accesso rapido ai servizi assirm    Registrati   Accedi
ASSIRM 20 anni
 
Sabato 03 Dicembre 2016 - ore 20:40
RICERCA AVANZATA
HOME / REGOLAMENTO COMITATO DISCIPLINARE Scarica PDF
   
REGOLAMENTO COMITATO DISCIPLINARE
L'Assemblea degli Associati del 30 Giugno 2015 ha ratificato il nuovo testo del Regolamento del Comitato Disciplinare.

  • Art.1 Sede
    Il Comitato Disciplinare ha sede presso l'Assirm, ove si terranno le riunioni deliberative.
  • Art.2 Libro delle riunioni
    Alla prima seduta verrà istituito un libro delle riunioni deliberative nonché dei giudizi finali espressi e da comunicare al Consiglio Direttivo. Il libro sarà tenuto a cura del Presidente del Comitato Disciplinare presso la sede dell'Assirm.
  • Art.3 Composizione e riunioni del Comitato
    Il Comitato disciplinare è composto da tre membri effettivi e due supplenti.
    Il Presidente è eletto dall’Assemblea, col voto della maggioranza semplice degli aventi diritto, o, in seconda convocazione, con la maggioranza semplice dei presenti, tra docenti universitari in materie giuridiche o magistrati ordinari in pensione, o avvocati con almeno 5 anni di iscrizione all’albo professionale.
    Gli altri due membri effettivi e i due membri supplenti sono eletti dall’Assemblea, con le medesime maggioranze necessarie per l’elezione del presidente, in ambito esterno all’Associazione e agli Associati, almeno uno dei quali in possesso di competenze specifiche e riconosciute nel settore delle ricerche di mercato.
    La carica di membro del comitato è incompatibile con la carica di Presidente o componente di qualunque altro Organo elettivo della Associazione.
    La riunione del Comitato è valida con la presenza del Presidente e di due membri. Nel caso in cui uno o più membri titolari non siano disponibili, saranno sostituiti da membri supplenti, e così pure nel caso che uno dei membri possa essere in qualsiasi modo collegato al caso in esame. A questo fine, il Presidente richiederà preventivamente ai membri una dichiarazione di indipendenza rispetto al caso da istruire.
    Il Comitato delibera a maggioranza semplice dei propri componenti.
    Il Comitato esercita le funzioni ad esso attribuite nel rispetto dei principi di imparzialità, indipendenza e autonomia.
  • Art.4 Compiti del Comitato
    Nel rispetto e in attuazione di quanto previsto dall’art. 18 dello Statuto, il Comitato Disciplinare:
    - delibera sulle controversie deontologiche, basate sulla violazione di norme dello Statuto, del Codice Etico, di standard, regole di condotta e procedure di qualità stabilite dal Comitato di Qualità, che riguardino i soggetti di cui all’art. 18 dello Statuto e all’art. 5 del presente Regolamento. Sono escluse dal predetto ambito, le controversie in atto o potenziali che riguardino condotte dei predetti soggetti, attinenti all’adempimento di obblighi contrattuali nei confronti dei clienti, che non abbiano rilevanza ai fini della tutela degli interessi collettivi degli associati. La difformità delle condizioni contrattuali che regolano il rapporto col cliente, rispetto alle norme dello Statuto, del Codice Etico, di standard, regole di condotta e procedure di qualità stabilite dal Comitato di Qualità, rientra nelle competenze del Comitato disciplinare. In caso di contenzioso giudiziario o arbitrale, il procedimento disciplinare potrà essere ugualmente esperito, purché abbia ad oggetto una controversia di competenza del Comitato disciplinare, come definita nel precedente periodo;
    - delibera sulle situazioni di conflitto di interesse che riguardino i rapporti tra Associati, o tra Associati e l’Associazione, o i suoi organi o singoli componenti dei medesimi;
    - esprime, ove richiesto, pareri sull'interpretazione e/o l'applicazione dello Statuto, del Codice Etico o di Regolamenti, a richiesta di un Organo della Associazione.
  • Art.5 Procedimento e deliberazioni del Comitato
    Una volta investito del caso su richiesta, denuncia, segnalazione, non anonima, scritta e sufficientemente circostanziata e documentata di uno o più Associati, o di terze parti esterne all'Associazione, o di organi dell’Associazione, il Comitato, ove non ritenga di archiviare il procedimento perché palesemente irregolare o infondato - dando di ciò comunicazione al Consiglio Direttivo - , ne informerà il medesimo Consiglio Direttivo e il/i soggetto/i coinvolto/i, e provvederà senza indugio alla convocazione avanti a sé del soggetto denunciato, avvertendolo che può presentare una difesa scritta entro cinque giorni dalla data fissata per l'audizione.
    Tra la data della convocazione e quella dell'audizione dovrà intercorrere un termine non inferiore a trenta giorni.
    Il Comitato, dopo l'audizione dell'interessato, provvederà a raccogliere, con la più ampia libertà di forma, tutti gli elementi documentali e testimoniali ritenuti necessari per emettere il proprio giudizio.
    Il Comitato avrà la facoltà di sentire, oltre all'eventuale denunciante, anche altri associati o terzi.
    Il/i soggetto/i denunciato/i dovrà(nno) essere informato/i dell'avvenuta audizione del/i denunciante/i o di altri associati e terzi e avrà(nno) la facoltà di formulare richieste istruttorie e depositare difese scritte. Dovrà essere in ogni caso rispettato il principio del contraddittorio, concedendo al/i denunciato/i la facoltà di presentare scritti difensivi in replica sia alla richiesta, sia agli scritti eventualmente presentati dal denunciante/i.
    L’istruttoria non potrà durare più di 45 giorni dall’audizione dell’interessato, salvo proroga richiesta congiuntamente dal tutte le parti interessate
    Terminata l’istruttoria, il Comitato Disciplinare, dopo averne informato il Consiglio Direttivo, procederà in autonomia all’adozione del provvedimento ritenuto opportuno e congruo, nel termine massimo di 30 giorni dalla formulazione della richiesta di parere di cui sopra.
    La delibera dovrà essere adottata col voto di almeno due componenti del Comitato.
    La delibera sarà comunicata all'interessato in forma scritta e motivata.
    Il Comitato potrà deliberare le seguenti sanzioni:

    - richiamo scritto;
    - sospensione da un minimo di 1 mese a un massimo di 1 anno, seguita dalla pubblicazione sul sito associativo per tutta la durata della sospensione.
    - espulsione, pubblicata sul sito associativo per la durata di 1 anno, salvo il caso di riammissione.

    La delibera di espulsione di un Associato da parte del Comitato sarà sottoposta alla ratifica dell'Assemblea, che la renderà operativa. Le norme del Comitato Disciplinare si applicano a tutti i soci ASSIRM, che sono tenuti a sottoscriverle per accettazione. Il Comitato presenterà un rapporto annuale al Consiglio ed all'Assemblea.
    Le segnalazioni, le denunce e i provvedimenti adottati dal Comitato disciplinare, compresi quelli di archiviazione, sono resi pubblici mediante pubblicazione sul sito associativo per tutta la durata del procedimento.
  • Art. 6 Comunicazione del giudizio al Consiglio Direttivo
    Il giudizio espresso dal Comitato Disciplinare sarà comunicato al Consiglio Direttivo. Nella comunicazione al Consiglio verrà reso noto il giudizio motivato del Comitato Disciplinare, con la sola indicazione di come la delibera sia stata presa (all'unanimità ovvero a maggioranza) e senza l'indicazione del membro del Comitato eventualmente dissenziente.
  • Art. 7 Compensi per l'attività svolta dai membri del Comitato Disciplinare
    I membri del Comitato saranno retribuiti dall'Associazione per l'attività svolta per ogni singola controversia e secondo modalità che saranno stabilite dallo stesso Comitato Disciplinare avendo come parametro le tariffe medie previste per l’attività di carattere stragiudiziale degli avvocati. Il relativo tariffario è allegato al presente regolamento qui scaricabile.
  • Art. 8 Limitazione della responsabilità dei membri del Comitato Disciplinare
    I membri del Comitato Disciplinare rispondono in sede civile, sia contrattuale che extracontrattuale, solo per comportamento doloso o per colpa grave. L’assunzione dell’incarico è comunque subordinata alla stipula di un contratto di assicurazione per la responsabilità civile anche in caso di colpa grave, a favore del presidente e di tutti i membri del Comitato.

Documenti allegati
Tariffario Scarica documento
Testo integrale Scarica documento
Iscriviti alla newsletter assirm
  OK

Attestato di Qualità Assirm Aderisci alla Associazione ed ottieni il Logo di Accreditamento Assirm. Una garanzia di serietà per i tuoi clienti.
Approfondisci

 
 
 
TAG ASSIRM

 
ANSA
           
l'associazione entra in assirm istituti associati standard di qualità eventi e iniziative centro studi
Storia
Mission e Valori
Perché associarsi
Come associarsi
Elenco associati
Il Comitato STND di Qualità
L'Attestazione di Qualità
Calendario Eventi
Premio Assirm
Assirm informa
Presentazione
Regolamento
Attività e iniziative
Micro & Macro Marketing
  UNISCITI AL GRUPPO SU:
HOME | SALA STAMPA | LINKS | SITE MAP | CONTATTACI | PRIVACY | ENGLISH   Facebook   Linkedin   Twitter   YouTube

ASSIRM

C.so Magenta, 85 - 20123 Milano
Tel. 02 58315750 - Fax 02 58315727

ADERENTE

EFAMRO

SOCIO PROMOTORE

PUBBLICITA' PROGRESSO